Digitale

5 agosto, 2014 da  

immagine
Piaccia o meno, BuzzFeed è diventato uno dei punti di riferimento imprescindibili del giornalismo contemporaneo. Ha fatto propria una certa cultura del Web, ha proposto un genere giornalistico che è diventato il suo marchio di fabbrica – le famigerate liste – e, soprattutto, ha trovato un modello che sembra funzionare anche dal punto di vista economico, come testimoniano i 40... Leggi la storia

 Università della Svizzera italiana

Libertà di stampa

24 luglio, 2014 da  

immagine
Assedio di Gaza, dicembre 2008. C’erano solo due giornalisti di Al Jazeera English, Ayman Mohyeldin e Sherin Tadros, che potevano raccontare, al di fuori del mondo arabo, l’assedio israeliano della Striscia. Dopo l’inizio dei bombardamenti, nessun giornalista è più riuscito a entrare a Gaza, ma entrambi si trovavano già lì prima dell’inizio dell’operazione Piombo Fuso. Assedio di Gaza, luglio 2014, l’hashtag #GazaUnderAttack conta oltre 4 milioni di tweet, quello #IsraelUnderFire circa 200mila, come riporta Mashable, sostenendo... Leggi la storia
Economia dei Media

17 luglio, 2014 da  

immagine
* EJO student contribution La carta stampata è in crisi, i giornali vendono sempre meno, in generale il mercato editoriale sta vivendo un periodo nero. Affermazioni scontate ormai, ma vere solo in parte, anche secondo il report World Press Trends 2014, realizzato da World Association of Newspapers and News Publishers (WAN-IFRA) e risultato da uno... Leggi la storia

Sostenuto da

 Fondazione Corriere del Ticino

 Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica