Il giornalista? Il peggior lavoro possibile

8 gennaio 2010 • Cultura Professionale • by

Osservatorio europeo di giornalismo, 08.01.2010

presfotoFare il giornalista? Peggio che fare il lavapiatti, il muratore, il falegname il meccanico, l’imbianchino, l’elettricista, la cassiera, la cameriera… Secondo l’indagine realizzata da Careercast.com, la cui metodologia è basata su una pluralità di criteri che riguardano il reddito, l’ambiente di lavoro, le opportunità di carriera, le condizioni di stress e altro ancora, il giornalista (reporter newspaper) è alla 184.ma posizione, ovvero tra le ultimissime posizioni, considerato che la statistica  è riferita a 200 categorie di lavoro. La retribuzione di ingresso indicata nella classifica è di 20 mila dollari, quella  media di 35 mila e quella massima di 77 mila. I risultati dell’indagine sono alquanto bizzarri e c’è qualche dubbio nel dare piena legittimazione alla devastante condizione che viene accreditata alla professione giornalistica. Chiunque voglia aspirare a diventare giornalista in un periodo di crisi generale dell’editoria è bene comunque che faccia le opportune rifelssioni e valutazioni…. E per coloro che già lo sono? è utile comunque riflettere.

Print Friendly, PDF & Email

Tags:, , , , ,

Condividi con un amico