10 app per giornalisti mobile

13 agosto 2015 • Brevi, Digitale • by

Graham Holliday / Flickr CC

Graham Holliday / Flickr CC

Non è esagerato dire che David Ho conosce un paio di cose sul giornalismo online e in mobilità: è stato uno dei fondatori dell’edizione per iPad del Wall Street Journal nel 2010, quando i tablet sembravano dovessero diventare davvero la next big thing, mentre di recente è stato nominato executive mobile editor del quotidiano americno ed è responsabile dello sviluppo di tutte le app del giornale. Un pioniere di tutto cio che riguarda il mobile journalism, Ho ama definirsi, senza timori, come “the world’s most experienced mobile and tablet news app editor”.

Per Ho, un entusiasta digitale volenteroso di cantare il gospel digitale ai giornalisti analogici, la tecnologia dovrebbe essere qualcosa di divertente. “La tecnologia è dolorosa quando è obbligatoria o quando le competenze sono imposte alle persone”, ha dichiarato il giornalista in un’intervista, “puoi battere questi limiti mettendoti di fronte alla tecnologia, rendendola divertente, come se fosse una parte della tua vita”.

Ho, un reporter con un background da programmatore, sostiene che il suo lavoro è far incontrare la tecnologia e il giornalismo. Oltre al suo lavoro al Wall Street Journal, Ho ha formato oltre 2500 giornalisti sull’uso della tecnologia mobile per il loro lavoro e insegna un corso di “Emerging platform journalism” alla City University of New York. Con presentazioni come “50 app in 30 minuti”, Ho attira sempre grandi attenzioni alle conferenze dedicate al giornalismo.

Il keynote di David Ho a news:rewired nel 2014

Il suo messaggio è semplice: “il mobile non è il futuro, ma il presente. Il mobile non sta arrivando, è già qui. Ed è ora. Se stai solo iniziando a dare il benvenuto al mobile nel mondo del giornalismo, non stai facendo abbastanza per accogliere il futuro, stai solo cercando di metterti in pari. Non lo dico per deprimerti, ma per far passare un senso di urgenza”.

Abbiamo selezionato 10 app (per iOS e Android) consigliate da David Ho, applicazioni che potranno immediatamente tornare utili per fare giornalismo in mobilità. I commenti alle app, invece sono nostri:

Cogi: Registra e archivia tracce audio
iTranslate: Uno strumento efficiente per le traduzioni
Evernote: Il coltellino svizzero digitale per l’organizzazione di qualsiasi cosa
CamScanner: Trasforma il telefono in uno scanner
Audio Memos: Un registratore audio on steroids
Speaking Photo: Dà voce alle foto
Meerkat: Il nuovo standard per il livestreaming
Ban.jo: Organizza e analizza i social media sulla base della localizzazione
Pocket: Salva informazioni da leggere più tardi
Life 360: Un ottimo strumento per organizzare il lavoro dei reporter sul campo

Articolo tradotto dall’originale inglese

Print Friendly

Tags:, , , , , , , ,

Condividi con un amico