«il Mitte», quotidiano italiano online di Berlino

1 marzo 2013 • Digitale, Giornalismi • by

A dipingere gli abitanti di Berlino come una razza umana dotata di partico­lare audacia e tempra ci aveva già pensato lo scrittore e poe­ta J. W. Goethe nel 1823. E se allora poteva valere per il popolo tedesco, oggi queste due qualità si prestano senz’altro a descrivere anche i mol­tissimi giovani stranieri che hanno deciso di abitare la capitale tedesca, affascinati dalla sua atmosfera, dalla sua cultura, dalla sua ospita­lità, dalla qualità di vita e dalle tante opportunità professionali che offre rispetto ad altre capitali euro­pee. Per fare un esempio, l’Ufficio di Statistica Berlino-Brandeburgo, al 31 dicembre 2012, contava 19.771 italiani a Berlino. Tra questi Elena Brenna e Valerio Bassan, due gio­vani giornalisti italiani, giunti dal­la Brianza un anno fa, che nel cuo­re politico, economico e culturale della Germania hanno dato vita ad un originale progetto: il primo quo­tidiano berlinese online per italofo­ni. Con una media di 3.000 lettori al giorno e 45.000 lettori registrati nell’ultimo mese «il Mitte», come il nome stesso suggerisce, ambisce a diventare il centro, il punto di rife­rimento per le notizie di cronaca, cultura e politica della comunità degli italiani residenti a Berlino.

ValerioBassanNon solo, la parola “Mitte”, come ci ha spiegato il direttore Bassan, fa riferimento alla zona Mitte di Berli­no, «il quartiere che più di ogni al­tro, durante gli anni della guerra fredda, era diviso in due dal muro. E che oggi, invece, è il luogo dove est e ovest si fondono.» «Siamo partiti con una idea di quo­tidiano molto legata al locale», ri­vela Bassan, «e poi pian piano, se­guendo anche l’interesse del lettore, abbiamo aperto il più possibile al pubblico tedesco avviando una se­zione, oggi una delle più lette in assoluto, in cui ci sono articoli sem­plificati in italiano con giochi e chiavi lessicali per tedeschi che stanno imparando la lingua, oppu­re abbiamo ampliato lo spettro su­gli eventi che accadono in città. In alcuni casi abbiamo anche cercato di raccontare qualche cosa di più della Germania, uscendo dalla cro­naca locale». Un prodotto come «il Mitte» è unico nel panorama edito­riale berlinese. Rispetto alle testate locali online in lingua tedesca è me­no istituzionalizzato, più giovane e fresco, più orientato al contatto e allo scambio con i lettori che hanno la possibilità di inviare foto, video e contributi alla redazione. Oltre che dagli italiani e dai tedeschi è molto seguito anche dagli spagnoli. «L’i­dea non è solo quella di dare le no­tizie, ma di creare una connessio­ne», prosegue Bassan. «Ciò che più attira i lettori sono gli eventi cultu­rali, questa città offre stimoli incre­dibili e c’è una varietà di cose da raccontare difficilmente paragona­bile ad altre città in Europa, forse Parigi. La cultura è focale per noi come lo è per la città». Una bella scommessa quella dei due giovani italiani, fondatori e per ora unici giornalisti fissi della redazione che si avvale di collaborazioni esterne su base volontaria e vive della pub­blicità, una risorsa che anche in Germania è sempre più in difficol­tà. «La crisi dell’editoria si fa sentire anche qui come nel resto d’Europa. Noi stiamo cercando di finanziarci con la pubblicità, l’idea però è quel­la di trovare un investitore disposto a sostenere il progetto nel lungo ter­mine». Non è facile metterli in atto, ma è di questo che abbiamo biso­gno: progetti giovani e innovativi, idee che diano nuova linfa e nuove prospettive al giornalismo, alla so­cietà e ai giovani in particolare.

Pubblicato su Il Corriere del Ticino, 26.02.2013

Print Friendly, PDF & Email

Tags:, , ,

Condividi con un amico