A Lugano una serata sul giornalismo nell’era del terrorismo globale

18 febbraio 2016 • Brevi, Giornalismi • by

Il terrorismo internazionale è una sfida cruciale per il giornalismo in tutto il mondo e propone temi e problematiche che mettono in discussione le fondamenta della professione. Come continuare a fare informazione nel modo più efficace e preciso possibile, in un contesto dove anche i gruppi terroristici sono abilissimi a utilizzare e controllare i media?

Di questi e altri temi si discuterà il prossimo 8 marzo (ore 18.00) presso l’Auditorium dell’Università della Svizzera italiana (Usi) di Lugano in un dibattito pubblico cui prenderanno parte Milena Gabanelli, giornalista e conduttrice del programma investigativo Report (Rai3), Ferruccio de Bortoli, già Direttore del Corriere della Sera ed editorialista del Corriere del Ticino e Marcello Foa, Ceo di MediaTI Holding e docente di giornalismo presso l’Usi. Fabio Pontiggia, Direttore del Corriere del Ticino, invece, modererà la serata.

La conferenza pubblica dal titolo “Quale informazione nell’era del terrorismo? La difficoltà di fare giornalismo tra minacce, paure e disinformazione” analizzerà l’attuale contesto mediatico e il modo in cui gli organi di informazione devono rispondere alle sfide che vengono loro rivolte dalla minaccia del Terrore. Particolare attenzione sarà concentrata sullo scenario venutosi a creare dopo gli attentati di Parigi dello scorso novembre e al modo in cui è necessario rispondere mediaticamente al network del terrorismo internazionale. La serata è un’iniziativa del Corriere del Ticino ed è organizzata in collaborazione con l’Associazione Dante Alighieri di Lugano e l’Osservatorio europeo di giornalismo (Ejo) dell’Usi. L’ingresso è libero.

A seguire, l’invito per la serata:evento

 

Crediti foto: Università della Svizzera italiana

Questo articolo è stato modificato in data 29/2 a causa dell’avvicendamento degli speaker coinvolti

Print Friendly, PDF & Email

Condividi con un amico