Aiutare i giornalisti a comprendere i benefici del machine learning

7 Maggio 2020 • Digitale, Più recenti • by

Journalism AI meeting, in Google France headquarter, Paris. On 17th of May, 2019.

Nel sondaggio internazionale che abbiamo condotto lo scorso anno sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale (IA) nelle testate giornalistiche, la maggior parte delle persone ad aver partecipato aveva sottolineato la necessità urgente di formare la propria redazione sui potenziali benefici offerti dal machine learning e dalle altre tecnologie basate sull’IA. Migliorare la “IA literacy”, ovvero la consapevolezza e la conoscenza nei confronti di questo settore, era indicato come un aspetto vitale per cambiare la cultura e migliorare la comprensione di questi nuovi strumenti e sistemi:

❝ La IA literacy è cruciale. Stiamo cercando modi per formare al meglio i nostri giornalisti su tutto, dal coding più rudimentale fino alla data science. Più la redazione adotta la tecnologia e genera nuove idee e esperienze nei progetti di IA, migliori saranno i risultati❞

Il messaggio da parte delle redazioni era forte e chiaro. Per questa ragione abbiamo deciso di coglierlo, mettendo a disposizione un corso di formazione gratuito prodotto dal progetto JournalismAI in collaborazione con VRT News e la Google News Initiative.

“Introduction to Machine Learning” – questo il titolo del corso – è stato pensato da giornalisti per i giornalisti e aiuterà a trovare risposte a domande come: che cos’è il machine learning? Come si fa training a un modello di machine learning? Cosa possono fare i giornalisti e le testate giornalistiche con questi strumenti e perché è importante utilizzarli in modo responsabile?

Il corso è disponibile in 17 lingue diverse nel Training Centre della Google News Initative. Loggandosi, si potranno mappare i propri progressi e ottenere un certificato alla conclusione del corso. Il Training Centre offre anche una serie di altri corsi su come trovare e verificare le news online.

È un periodo difficile in tutto il mondo per i giornalisti e le redazioni che devono affrontare l’impatto del COVID-19 sul loro business e sugli aspetti editoriali del settore. L’obiettivo del progetto JournalismAI è facilitare l’accesso alle tecnologie di IA e aiutare le redazioni a trarre il meglio dal loro potenziale al fine di sostenere il loro lavoro in questi tempi complessi. Questo corso va a completare il nostro recente esperimento collaborativo, oltre al nostro sforzo di sottolineare profili ed esperimenti che mostrano il potenziale trasformativo dell’IA e del machine learning nel dare forma al giornalista e al giornalismo del futuro.

Alla fine del corso, i partecipanti troveranno alcune risorse consigliate, prodotte da esperti di giornalismo e tecnologia provenienti da tutto il mondo, che sono stati fondamentali per strutturare il corso e che potranno aiutare ad approfondire i temi dell’IA e dell’automazione.

E non finisce qui. Dopo questo corso e il precedente modulo formativo sui consigli strategici per l’adozione dell’IA, stiamo programmando nuovi corsi su queste tematiche che saranno disponibili nel corso dell’anno. Qui è possibile registrarsi alla newsletter di JournalismAI per ricevere tutti gli aggiornamenti sul nostro lavoro.

Nota editoriale: che impatto avranno l’IA e il machine learning sul giornalismo? La Google News Initiative sta esplorando questa domanda insieme a Polis, il think tank internazionale della London School of Economics and Political Science. Questo post è stato scritto da Mattia Peretti, coordinatore del progetto JournalismAI.

Articolo tradotto dall’originale inglese, pubblicato da Polis, e ri-pubblicato per gentile concessione.
Print Friendly, PDF & Email

Tags:, , ,

Condividi con un amico