I giornalisti ucraini amano Telegram

5 agosto 2019 • Digitale, Più recenti • by

Telegram / Google Play

L’app di messaggistica Telegram è stata costruita attorno all’idea che le comunicazioni debbano essere personali e cifrate. In alcuni Paesi, però, l’applicazione è diventata uno strumento di successo per i giornalisti che vogliono creare canali pubblici per diffondere i loro contenuti. Succede in Ucraina, ad esempio.

Raggiungere le audience più giovani

Quando Fedir Popadyuk ha creato il primo canale Telegram di Ukrains’ka pravda nel 2017, l’app di messaggistica stava iniziando a diventare popolare in Ucraina. “Ho pensato che ci fosse una piattaforma nuova e persone interessate a usarla”, ha dichiarato Popadyuk, che ora gestisce i canali Telegram del giornale, “e che quindi dovessimo raggiungere questa audience”. Circa la metà della audience ucraina su Telegram ha meno di 25 anni, secondo i dati di un sondaggio condotto dalla società di marketing Kantar, e molti di questi non guardano la televisione o non ascoltano la radio per le notizie.

“Le ragioni per usare l’app di messaggistica sono cambiate”, ha detto invece Marina Kostromina di Kantar, “se lo scorso anno veniva usata principalmente per comunicare con gli amici, ora viene utilizzata per scambiare file e per leggere le notizie”. Questo trend è globale ed è evoluto negli ultimi anni. Un report del Tow Center for Digital Journalism, ad ogni modo, ha sottolineato il peso delle caratteristiche regionali nel rendere l’app un hub efficace per la distribuzione dell’informazione.

Sperimentare con i formati

Un’altra ragione che spinge così tanti giornalisti ucraini a utilizzare Telegram è che, per molti di loro, l’app offre molti modi per sperimentare con i formati e il tone of voice sui suoi canali. Inoltre, contrariamente a WhatsApp, che limita il numero di membri per i gruppi, Telegram offre la possibilità di iscrizioni illimitate e fornisce il conteggio delle visualizzazioni per i post e delle loro condivisioni.

Oksana Denisova e Tetyana Nikolayenko gestiscono il canale, molto popolare, “The Newsroom”. Le due giornaliste hanno aperto il canale mentre lavoravano entrambe a The Insider, ma dopo aver lasciato la testata, hanno continuato a curare il canale come un progetto indipendente. “Telegram è piuttosto efficace come medium”, ha detto Nikolayenko, “se posti qualcosa su Facebook non significa che tutti i tuoi fan lo vedranno. Con Telegram, invece, hai la possibilità di raggiungere davvero tutta la tua audience”.

Engagement e alta conversione

“Ci sono diverse ragioni per le quali Telegram è diventato a tal punto popolare”, ha detto invece Ivan Oberemko, che ha lanciato il canale Telegram di uno show di grande successo che si chiama “#@)₴?$0″ e che è diventato presto uno dei canali Telegram più in crescita nel Paese. “Per il lettore è una piattaforma comoda, non sovraccarica di contenuti e fornisce anche accesso offline. Per gli editori, non c’è il problema dei commenti. Chiunque è stanco di Facebook e Twitter, e Telegram fornisce alti tassi di conversione per le visualizzazioni, per le visite alle pagine e per le view nella vita reale”, ha spiegato Oberemko.

Il canale del programma “#@)₴?$0”

La crittografia di Telegram gioca un ruolo importante in un altro canale della Ukrains’ka pravda, chiamato “УП. Off the record”. Qui, la redazione pubblica informazioni insider fornite da fonti ufficiali nella politica o nel mondo degli affari. “So che spesso i giornalisti usano le chat segrete di Telegram per parlare con i politici”, dice Popadyuk, “è molto comodo perché tutti i messaggi scompaiono senza lasciare traccia”. Se Telegram è stata criticata per le sue falle nella protezione dei dati ed è stata messa sotto pressione in Russia e a Hong Kong, nessuno degli intervistati per questo articolo ha citato questioni di sicurezza o pressioni da parte del governo. In Ucraina i politici, a cominciare dall’attuale Presidente Volodymyr Zelensky, usano Telegram durante le campagne elettorali.

Articolo tradotto dall’originale inglese. Una versione modificata di questo articolo è apparsa anche sul Nieman Journalism Lab

Print Friendly, PDF & Email

Tags:, , ,

Condividi con un amico